Email transazionali: scopri come personalizzarle migliora le tue vendite

Alcuni suggerimenti per renderle uniche e sempre rilevanti

mail-transazionali-adabra

Le email transazionali sono uno strumento spesso sottovalutato all’interno di una strategia di personalizzazione; in realtà esse hanno un ruolo fondamentale nel mantenimento del rapporto con i propri clienti, oltre a rappresentare occasioni molto importanti per cercare di ingolosirli verso un nuovo acquisto.

In questo articolo indagheremo come la personalizzazione delle stesse, con raccomandazioni di prodotto o contenuto mirate, possano fare un’enorme differenza sui vostri risultati di vendita e sul livello di engagement dei vostri consumatori

Cosa sono le email transazionali

Anzitutto definiamo velocemente cosa siano le email transazionali.

Si tratta di tutta quella serie di comunicazioni, non inviate massivamente, che vengono scatenate da un’azione dell’utente. Vengono quindi considerate come transazionali email, per fare alcuni esempi, di conferma di una sottoscrizione, di benvenuto oppure anche un’email che trasmetta una fattura ricorsiva (ebbene sì, anche da queste possiamo trarre valore!).

Nello specifico ci concentreremo però sulle email che più tipicamente sono collegate ad un’attività di ecommerce.
In quest’ambito si considerano email transazionali, ad esempio:

  1. Conferma registrazione
  2. Carrello Abbandonato
  3. Ricevuta d’acquisto
  4. Tracciamento della spedizione
  5. Invito a effettuare una recensione sul prodotto acquistato

Alcune di queste email, una su tutte la mail di tracciamento della spedizione, ha tassi di apertura e di attenzione da parte del consumatore estremamente elevate. E’ quindi importante riuscire a realizzarle e personalizzarle al meglio.

Perchè personalizzarle

Sui vantaggi portati dalla personalizzazione dell’esperienza degli utenti abbiamo già detto; se siete interessati ad approfondire questo tema vi consigliamo la lettura di questo articolo: Marketing Personalization, un elemento imprescindibile della vostra strategia.

Più nello specifico, circa l’importanza della personalizzazione delle email, è interessante citare una ricerca effettuata da Experian che riporta come i brand che personalizzano le proprie email ottengono un tasso di apertura dell’11% più elevato e un 27% in più di Click Rate rispetto a chi non personalizza.

Come l’intelligenza artificiale può fare la differenza

In questo contesto una personalizzazione dell’email che si limiti ad inserire il nostro nome nell’intestazione non può certamente essere sufficiente. E’ a questo livello che l’intelligenza artificiale ancora una volta ci può aiutare a migliorare radicalmente i nostri risultati, automatizzando e migliorando il processo.
Vediamo come in pochi semplici passaggi sia possibile effettuarlo:

  1. Riconosce l’utente.

    Il motore di A.I. è in grado di distinguere i nostri utenti, i segmenti a cui appartengono, conosce i loro gusti e capisce se ad esempio si tratti di nostri utenti nuovi o di utenti ricorrenti. Queste informazioni sono fondamentali per poter personalizzare automaticamente in modo efficace la nostra email.

  2. Inserisce raccomandazioni di prodotto o contenuto all’interno della email.

    Sistemi evoluti di marketing automation permettono, tramite un apposito widget, di inserire all’interno di queste email degli elementi di raccomandazioni, di prodotto o contenuti marketing, che possono venir scelti automaticamente dal motore di A.I. utilizzando gli algoritmi più efficaci per ogni singolo utente.
    Alcuni esempi di algoritmi utilizzabili sono:

    • Trending Recommendation: Contenuti o prodotti più popolari per numero di Views e Click
    • Personalized Recommendation: Contenuti o prodotti basati sulla storia recente dell’utente
    • Personalized Trending Recommendation: Un mix dei due precedenti ma dando un maggior risalto ai più popolariwidget-email-recommendation
  3. Non solo prodotti ma anche contenuti.

    Per personalizzare al meglio queste email è importante non utilizzare unicamente raccomandazioni di prodotto ma sfruttare al meglio anche i contenuti che si hanno a disposizione. Potremmo ad esempio inserire all’interno di una email di tracciamento della spedizione dei link a video o articoli del blog che aiutino il cliente a sfruttare al meglio il prodotto acquistato e del quale sta attendendo la consegna. Una strategia di personalizzazione simile potrebbe anche essere sfruttato per un’email che precorra l’invio della richiesta di una recensione.

Conclusioni

Realizzare tutto questo è oggi estremamente semplice, a patto di aver a disposizione i giusti strumenti. In Adabra, grazie ad un editor estremamente intuitivo, è possibile inserire questi elementi in qualsiasi email venga inviata ai vostri utenti.

Se volete scoprire come sfruttare le vostre comunicazioni transazionali al meglio contattateci per una consulenza gratuita, potremo analizzare insieme come migliorare in pochi passi i vostri risultati.